Home | Chi Siamo | Ricerca avanzata | Link Versione Italiana  English version  France version

 Europeanrights.eu

Osservatorio sul rispetto dei diritti fondamentali in Europa

  Ricerca avanzata

Giurisprudenza C-438/05 (10/12/2007)

Tipo: Sentenza

Autorità: Autorità europee: Corte di Giustizia delle Comunità Europee

Data: 10/12/2007

Oggetto: La Corte ha affermato che le azioni collettive intraprese da un sindacato o da un raggruppamento di sindacati nei confronti di un’impresa al fine di indurla a sottoscrivere un contratto collettivo il cui contenuto è in grado di dissuaderla dall’avvalersi della libertà di stabilimento rientrano nell’ambito di applicazione dell’art. 43 TCE. Tali azioni rappresentano delle restrizioni alla libertà di stabilimento che possono, in linea di principio, essere giustificate da una ragione imperativa di interesse generale come la tutela dei lavoratori, purché sia accertato che le stesse sono idonee a garantire la realizzazione del legittimo obiettivo perseguito e non vanno al di là di ciò che è necessario per conseguire tale obiettivo. Tale valutazione spetta al giudice nazionale di rinvio.

Parti: International Transport Workers’ Federation, Finnish Seamen’s Union c/ Viking Line ABP, OÜ Viking Line Eesti

Classificazione: Libertà - Art. 15 Diritto di stabilimento - Solidarietà - Art. 28 Diritti dei lavoratori, dei datori di lavoro e delle rispettive organizzazioni: contratti collettivi - Diritti dei lavoratori, dei datori di lavoro e delle rispettive organizzazioni: azioni collettive - Diritti dei lavoratori, dei datori di lavoro e delle rispettive organizzazioni: sciopero

Testo download Italiano Inglese Francese

Segnalazioni: Efficacia della Carta
La Corte cita per ben due volte la Carta dei diritti senza soffermarsi sul suo valore giuridico