Home | Chi Siamo | Ricerca avanzata | Link Versione Italiana  English version  France version

 Europeanrights.eu

Osservatorio sul rispetto dei diritti fondamentali in Europa

  Ricerca avanzata

Altri Provvedimenti Sentenza ICTR-00-56-T (16/05/2011)

Autorità: Tribunale Penale Internazionale per il Ruanda

Data: 16/05/2011

Oggetto: La Trial Chamber II del Tribunale Penale Internazionale per il Ruanda ha condannato Augustin Ndindiliyimana, Capo dello Staff della Gendarmerie, al periodo già scontato in detenzione, per genocidio, crimini contro l’umanità e per gravi violazioni dell’Articolo 3 comune alle Convenzioni di Ginevra e del Secondo Protocollo Aggiuntivo, Augustin Bizimungu, Capo dello Staff delle Forze Armate Ruandesi, a 30 anni di reclusione per genocidio, crimini contro l’umanità e per gravi violazioni dell’Articolo 3 comune alle Convenzioni di Ginevra e del Secondo Protocollo Aggiuntivo, François-Xavier Nzuwonemeye, Comandante del Battaglione Reconnaissance (RECCE), a 20 anni di reclusione per crimini contro l’umanità e per gravi violazioni dell’Articolo 3 comune alle Convenzioni di Ginevra e del Secondo Protocollo Aggiuntivo e Innocent Sagahatu, Comandante dello Squadrone A del Battaglione RECCE, a 20 anni di reclusione per crimini contro l’umanità e per gravi violazioni dell’Articolo 3 comune alle Convenzioni di Ginevra e del Secondo Protocollo Aggiuntivo.

Parti: The Prosecutor v. Augustin Ndindiliyimana, Augustin Bizimungu, François-Xavier Nzuwonemeye, Innocent Sagahutu

Lingua Originale: Inglese

Classificazione: Dignità - Art. 1 Dignità - Art. 2 Diritto alla vita - Art. 3 Integrità fisica e psichica - Art. 4 Tortura - Pene inumane - Pene degradanti - Trattamenti inumani - Trattamenti degradanti - Uguaglianza - Art. 21 Non discriminazione

Testo download Inglese